Indicatore mobile dei nostri desideri

Sembra che il fatto di possesso di questo argomento ci faccia astuzia: mettere in scena i “malfunzionamenti della rete”, filtrare le chiamate indesiderate, più spesso dicono una bugia … è davvero così?

A prima vista, un telefono cellulare non è altro che un dispositivo conveniente che non è molto diverso dagli altri elettrodomestici utili. Sebbene in realtà appartenga alla categoria di oggetti che colpiscono non solo il lato familiare della nostra vita, ma anche il nostro comportamento stesso. Non siamo più obbligati a fare piani a lungo termine – in qualsiasi momento, possono apportare modifiche informando amici, parenti o partner commerciali. Il telefono cellulare ci ha in gran parte risparmiato dall’ansia per i propri cari: ora è sufficiente per noi semplicemente comporre il numero e assicurarci che tutto sia in ordine con loro. Il telefono ci salva dalla solitudine, permettendoti di ascoltare le voci delle care persone in qualsiasi momento e dà una sensazione di propria richiesta (“spesso mi chiamano, allora ne ho bisogno!”).

Secondo il monitoraggio di Romir, oltre il 61% della popolazione adulta utilizza telefoni cellulari in Russia e nelle grandi città questa cifra raggiunge il 75%, aumentando costantemente di anno in anno. “Le ragioni di un tale hobby di massa non sono solo nel campo della praticità pratica”, crede lo psicoterapeuta Natalia Zabutskaya. – La comunicazione mobile ci aiuta a nasconderci relativamente indolore dai problemi, invece di risolverli “. Facendo riferimento a problemi in relazione, non comunichiamo con qualcuno vicino, inganniamo, non temendo che saremo “tagliati” a causa degli occhi da corsa, informiamo le cattive notizie, senza guardare il viso della persona … a cosa era solito richiedere uno sforzo, grazie al telefono cellulare, ora è facile e naturale. “Certo, per dire che un telefono cellulare è in grado di trasformare una persona onesta in un appassionato bugiardo non ne vale la pena”, continua Natalya Izbutskaya, “tuttavia, contribuisce certamente a una manifestazione più sollievo del nostro personaggio”.

Attrack Reality

La società rumena Simeda ha rilasciato il prefisso ai telefoni cellulari, permettendoti di accompagnare le sue parole con alcuni suoni: ingorghi di traffico automobilistici, l’ufficio del dentista … diventa più facile mentire. “Le persone abituate all’inganno continueranno a farlo senza trucchi tecnici”, afferma lo psicologo sociale Tahir Bazarov, “tutto dipende dal desiderio di un partner o di un capo di imbattersi in questi trucchi”. Ma c’è un altro aspetto qui: l’ulteriore virtualizzazione della nostra vita. “Dicendo una bugia, stiamo costruendo la realtà artificiale”, continua Tahir Bazarov. -A un certo punto, una persona può smettere di capire quale sia la realtà, dove è effettivamente a casa o ancora in un ingorgo. “. Quindi l’innocente, sembrerebbe, una bugia su un cellulare è in grado non solo di appianare una sorta di situazione problematica, ma anche di causare danni all’identità personale.

Essere fuori disponibilità

I tempi in cui, dopo aver lasciato la casa, potremmo dissolverci nello spazio sconfinato della metropoli e sentirci completamente liberi, sono rimasti in passato. Il telefono cellulare in una certa misura limita https://kamagraprezzo.com/ la sovranità di una persona: con l’aiuto di un cellulare, la nostra vita privata è resa più trasparente. Ora ognuno di noi può facilmente ricevere una chiamata in qualsiasi momento. Inoltre, se il telefono non risponde, le informazioni possono essere inviate al SSMEC e la mancanza di una risposta ad essa viene interpretata a modo suo.

“A volte dopo una riunione di lavoro non voglio tornare in ufficio”, afferma Andrey, 31 anni. – In una situazione del genere, preferisco dire al capo che l’incontro è ritardato e invece di tornare al lavoro, tornando con calma a casa, agli amici o ovunque mi piaccia “.

Entro limiti ragionevoli, tale comportamento è spiegabile. “Bie per telefono in risposta alla domanda“ Dove sei?”-a una reazione protettiva naturale, il tentativo di una persona di almeno in qualche modo compensare il costante restringimento del suo spazio personale, lo spiega lo psicoterapeuta Tatyana Rebeco. – Un’altra cosa è se questo accade sistematicamente. In questo caso, dovresti ascoltare te stesso e cercare di capire perché dici così spesso una bugia. Probabilmente, questo comportamento non ha nulla a che fare con il telefono cellulare – forse godrai di bufali costanti, non sempre pensando al danno che puoi causare ai sentimenti di altre persone “.

Filtro, quindi controllo

“Alcuni dei miei amici, quelli con cui non voglio mantenere una relazione, Io incluso nella” lista nera “, per i quali ho creato una melodia speciale”, afferma Lydia 22enne Lydia. – Ora, se sento “Bolero” di Ravel, non tiro nemmeno fuori la mia borsa dalla mia borsa per scoprire chi mi sta chiamando “.

La pratica di filtrare le chiamate è nota per quasi tutti gli utenti mobili: fare riferimento a problemi tecnici, possiamo eludere la conversazione, ma possiamo “chiudere” completamente per la comunicazione disattivando il telefono o disattivando la chiamata. Tuttavia, molti di noi non sono facili da dare. “Le persone con un aggravato senso di responsabilità e coloro che, nella vita reale, difficilmente possono rifiutare gli altri nelle loro richieste, stanno vivendo un forte senso di colpa per le chiamate consapevolmente perse”, continua Tatyana Rebeco. – Ogni volta, avendo perso la chiamata, stanno cercando una scusa per la loro “cattiva condotta”. “Mi sento imbarazzante anche quando non riesco a prendere il telefono per motivi abbastanza obiettivi”, afferma Oleg 34 anni. – Quando ripristino deliberatamente la chiamata, un display spiacevole rimane sempre nella mia anima. Capisco che questo è stupido, ma ogni volta mi sembra di spingere bruscamente nulla a una persona colpevole. “.

Abbiamo bisogno che le nostre parole e le nostre azioni siano apprezzate dalla società e noi stessi come buoni o almeno neutrali. “Uno dei meccanismi protettivi più comuni della psiche, permettendoci di rendere il nostro comportamento moralmente accettabile, è la razionalizzazione”, spiega Natalya Izbutskaya. – Nel caso di filtrare le chiamate, il modo più semplice per sbarazzarsi della colpa è quello di spostare la responsabilità verso te stesso ai produttori di telefonia mobile – alla fine, le funzioni che consentono di manipolare le informazioni, lo hanno sviluppato. “. Tuttavia, gli stessi produttori di telefoni cellulari vedono la situazione in modo diverso. “Alcuni modelli del marchio Siemens Benq sono dotati della funzione di filtraggio delle chiamate e tutti i modelli consentono di dividere la rubrica in diversi gruppi, ad esempio” famiglia “,” ufficio “o” VIP “. Tuttavia, ciò non significa in alcun modo che stiamo imponendo questa o un’altra strategia di comportamento per i nostri utenti “, spiega Natalya Makarova, responsabile del dipartimento marketing di Benkue Mobail LLC. – Nessuna delle opzioni che ti consente di rifiutare di comunicare con un particolare abbonato è stabilita per impostazione predefinita, il che significa che per attivarlo deve fare uno sforzo consapevole consapevole. Ci impegniamo a fornire agli utenti dei nostri telefoni le massime capacità, ma come usarli completamente dipende da loro noi stessi “.

“Non siamo obbligati a comunicare con tutti coloro che possono chiamarci”, crede Tatyana Rebeco. “Formare un cerchio di comunicazione a tua discrezione è la normale necessità di qualsiasi personalità matura”. E un certo vantaggio di un telefono cellulare è che ci semplifica questa opportunità. “Il problema sorge quando iniziamo a saltare costantemente le chiamate di persone che hanno dato il loro numero”, continua Natalya Izbutskaya. – Se ci sono troppe chiamate mancanti, è tempo di pensare alla tua cerchia di comunicazione e analizzare ciò che in realtà non ci si adatta..”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *